Da lunedì 24 settembre, torna alla sua 'terza edizione la Settimana del Buon Vivere di Forlì-Cesena, manifestazione nazionale sul benessere equo sostenibile che quest'anno è dedicata all'incontro tra generazioni e culture. Il titolo, infatti, è “Fragile: trasportiamo futuro” e l'evento inaugurale, condotto da Daria Bignardi – lunedì 24 settembre alle 17,30 nel salone comunale di Forlì – affronterà le tante controverse sfumature che assume il difficile ingresso dei giovani nel mondo dei “grandi”. Sette sono le giornate in scaletta, così come sette sono i principi del “Buon Vivere”, ognuno dei quali diventa il tema dominante degli eventi, pressoché tutti a ingresso gratuito: «L'etica, il bene comune, la cultura, l'alimentazione, la salute, il benessere, la coesione sono gli argomenti su cui l'intera Comunità viene coinvolta in un viaggio, tra nuovi saperi e inconsueti linguaggi -spiega l'ideatrice Monica Fantini -il tutto nella vicinanza che ogni giorno si manifesterà con l'Emilia del Terremoto, da non dimenticare». I PRINCIPALI EVENTI frutto della collaborazione tra lo staff della Settimana del Buon Vivere e Mismaonda saranno: Lunedì 24 inaugurazione della Settimana del Buon Vivere con Daria Bignardi, alle 17,30 nel salone comunale di Forlì.  Martedì 25 settembre il “main event” è la conferenza scenica multimediale del geologo Mario Tozzi, notissimo al grande pubblico per trasmissioni televisive come “Gaia”. “Fine corsa? Racconto intorno al pianetà che sarà” andrà in scena a partire dalle 20,30 al Teatro Verdi di Cesena. Mercoledì 26 alle 18,30 ai Musei San Domenico si parlerà del ruolo della cultura nello sviluppo economico, in un convegno con – tra gli altri – il regista e attore Gabriele Lavia, monsignor Franco Perazzolo del Pontificio Consiglio della Cultura, il massmediologo Enrico Menduni e la parlamentare Giovanna Melandri, già ministro dei Beni Culturali e oggi alla guida della fondazione di filantropia culturale Uman Foundation. Alle 16,30 dibattito al femminile con la giornalista Concita De Gregorio e la senatrice Rita Ghedini nel salone comunale di Forlì, moderato dalla giornalista RAI Claudia Mondelli, autrice del reportage “Forlì, Città delle Donne”. Venerdì 28, giorno dedicato alla salute, l’appuntamento in evidenza è “Houston: spazio alla ricerca”, una serata di raccolta fondi al Teatro Fabbri di Forlì condotta dalla giornalista Simona Branchetti che avrà in collegamento lo scienziato italiano Mauro Ferrari, uno dei massimi esperti al mondo di nanomedicina. Al termine spettacolo gratuito dedicato alla cittadinanza con il comico Dario Vergassola. Domenica 30 gran finale dedicato alla coesione e al dialogo tra culture.  L'evento finale  del festival si terrà alle 17,30 al Teatro Fabbri di Forlì. Sul tema “Il Bene Comune come paradigma della convivenza tra i popoli” si confronteranno tra loro il priore di Bose Enzo Bianchi, l’artista e scrittore ebraico Moni Ovadia, il capo spirituale dei Mourid Serigne Mame Mor Mbacke, l'Imam della Comunità Religiosa Islamica Italiana Yahya Sergio Yahe Pallavicini e Padre Theodore Mascarenhas del Pontificio Consiglio della Cultura. Modera il vicedirettore del TG3 Giuliano Giubilei.  

Vuoi ricevere la nostra Newsletter per info su Eventi, Festival e Spettacoli?

 
Back to Top