PERICOLO PUBBLICO


di e con ANDREA RIVERA

e con Matteo D'Inca' (chitarre)

“Il mio nuovo spettacolo vuole essere un work in progress dove i testi e canzoni vengono aggiornati. Nella continua ricerca di una satira completamente improvvisata, anche grazie al caloroso e attivo pubblico partecipante (lo dico solo perché i miei spettacoli non son elezioni politiche, anche perché li’ si paga un prezzo molto più alto di quel che faccio pagare io!), troviamo i temi del lavoro (“Storia di un disoccupato” attuale sequel drammatico del De Andre’ di “Storia di un impiegato”), della guerra (“La ballata del sold-out di pace” improponibile purtroppo in televisione come altri brani presenti) e sociologici (“Che gioia la noia!” sul bullismo di oggi ma descritto già da Pasolini ne le “Le lettere luterane” o il brano “Che c’entro io col Centro” dedicato ai “finti impegnati” spesso presenti nei centri sociali). Sono il frutto di un teatro canzone-video-improvvisazione carico spesso di rabbia ma di un’energia sempre propositiva (quella che manca alla sinistrata di oggi) che sfocia in un grido liberatorio nella speranza e nel dubbio di non restar poi senza voce… se non ad un citofono.” (Andrea Rivera)

 

Vuoi ricevere la nostra Newsletter per info su Eventi, Festival e Spettacoli?

 
Back to Top