L'EVOLUZIONE ARRANCA


Sapiens è l'aggettivo che distingue l'uomo dall'animale. L'uomo sa, capisce, discerne, agisce con consapevolezza e non solo per istinto.

E allora perché non preserva il suo habitat? Perché assume comportamenti autodistruttivi per la specie? Perché si è fatto un'idea di felicità inscindibile dal possesso esclusivo pur facendo parte di una collettività?

Parte da questa riflessione lo strano incontro tra un uomo di spettacolo impegnato nella divulgazione dei problemi ambientali e un geologo divulgatore per mestiere, prestato allo spettacolo. Quel che ne deriva è una disquisizione colta, divertente e davvero informata, sullo stato dell'evoluzione dell'uomo in rapporto all'ambiente.

Il dialogo, mescolando diversi linguaggi, affronta i problemi del terzo millennio - cambiamento climatico, fine delle risorse, inquinamento - analizzandone le ragioni sociali e prefigurando gli scenari futuri.

In causa l'economia contro la biologia; in parallelo l'osservazione del modus vivendi degli animali e delle società tradizionali, guardando all'Africa come paradigma.

Il tono si muove agile tra il dato scientifico e l'aneddoto comico. E tra grafici naif delle differenze tra il cervello maschile e femminile, citazioni di Gerald Durrel e un'iperbolica raccolta differenziata ad opera dell'Arcangelo Gabriele, si plana verso il sogno realizzato della felicità primitiva della tribù dei Turkana.


Area download

Manifesto, L'EVOLUZIONE ARRANCA

Vuoi ricevere la nostra Newsletter per info su Eventi, Festival e Spettacoli?

 
Back to Top