LA BALLATA DEI SENZA TETTO


Improvvisazione tra gli spettacoli di Ascanio
(ogni sera una storia diversa)

di e con Ascanio Celestini

con Gianluca Casadei (fisarmonica, tastiere e live electronics)

Il barbone di Laika o la barbona di Pueblo?

La cassiera del supermercato di Pueblo o la Vecchia di Laika che va a farci la spesa insieme alla prostituta e alla donna con la testa impicciata?

Giobbe l’analfabeta che conosce il grande magazzino a memoria non è ancora entrato in nessuno dei due testi, ma la sua storia è già scritta. E nemmeno la storia del magazziniere che odia lo zingaro, ma quest’ultimo lo conosciamo già da Pueblo.

Questi e altri possono essere i personaggi di questo progetto di narrazione che attraversa tre spettacoli: Laika, Pueblo e il terzo che è ancora in via di formazione.

Portiamo in scena Laika da oltre due anni e da poche settimane abbiamo debuttato con Pueblo.

Questi due spettacoli fanno parte di una trilogia che prima o poi completeremo, ma il senso di questo lavoro è di scrivere una drammaturgia unica fatta di tanti personaggi che si muovono in un unico ambiente: una periferia che ruota attorno a due parcheggi, quello del supermercato e quello di un grande magazzino pieno di pacchi.

Il narratore racconta quello che vede. Alle volte è ciò che conosce, altre è quel che immagina.

Dunque prenderemo i racconti dei tre spettacoli e li smonteremo come un mazzo di carte dal quale pescare ogni volta figure diverse.

Vuoi ricevere la nostra Newsletter per info su Eventi, Festival e Spettacoli?

 
Back to Top