I CONFINI NON ESISTONO


di e con

Matteo Caccia e Stefano Mancuso

 

Uno spettacolo che incrocia le narrazioni di due esperti nei loro campi: la botanica e le relazioni umane. Stefano Mancuso e Matteo Caccia insieme per la prima volta sul palco intrecciano storie di piante e storie di uomini che hanno come comune denominatore quello dei confini. Confini fisici o confini mentali, luoghi nei quali sembrerebbe impossibile accedere e dove invece uomini e piante riescono a spingersi anche contro la volontà di pochi. In un momento storico in cui varcare i confini è considerato un errore, spesso un delitto, Mancuso e Caccia attraverso le storie di alberi o arbusti, uomini o donne, restituiscono un’antica verità che sembra ormai impronunciabile: i confini sono una convenzione, un’invenzione dell’uomo. Ma in natura i confini non esistono.

Per approfondire suggeriamo la lettura dell'articolo Relazioni umane, relazioni botaniche di Gaia Carnesi per la rivista Seeds of Florence.

Schermata del 2023 04 18 15 48 59

Vuoi ricevere le nostre circolari?

Back to Top